VIA TIBERINA

L’itinerario Firenze Assisi ,dopo la sosta irrinunciabile al Santuario de La Verna, riprende il  cammino per Assisi sulla VIA TIBERINA. Perché ancora una Via fra La Verna ed Assisi partendo dallo stesso punto? Sono stati realizzati i seguenti cammini:

DI QUI PASSÒ FRANCESCO il primo in assoluto

IL CAMMINO DI ASSISI  parzialmente ripercorre il primo percorso insieme alla VIA DI SAN FRANCESCO così come La via degli Olandesi “Een franciscaanse  Voetreis”.

 Ed infine la VIA DELLE CELLE DI SAN FRANCESCO con un percorso totalmente originale passando per Arezzo.

VIE DI SAN FRANCESCO

LA VIA TIBERINA è sicuramente originale come itinerario perché non ricalca nessuno dei precedenti percorsi: ci sembra infatti assurdo rilcare  un percorso esistente, creando confusione nella segnaletica.La Via Tiberina è l’itinerario più breve per raggiungere Assisi  dalla Verna con minore pendenze come dimostrano i profili dei diversi tracciati che in gran parte si soprappongono.

Questa Via l’abbiamo chiamata Tiberina rinunciando al nome di “Francesco”, sicuramente di grande risonanza e promozione.

Essa attraversa borghi di indubbia bellezza come Caprese Michelangelo dove arriviamo senza scalare i monti, proseguendo per Anghiari, Citerna, Monterchi, Lizzano e Santa Maria Tiberina, dominio dei Marchesi Del Monte, Canoscio, Calzolaro per arrivare alla stupenda Abbazia di San Salvatore a Monte Corona e proseguire lungo il Tevere fino ai piedi di Perugia, (raggiungibile con il Sentiero delle Lavandaie) e proseguire per ASSISI.

Il percorso è più breve di circa 35-40 km degli altri cammini con meno pendenze e quindi adatto a persone di una certa età.

E’ in preparazione una variante alternati (VA nel linguaggio delle codifiche!) che raggiunge la cima di Monte Acuto e Monte Tezio per arrivare direttamente a Perugia. Così gli “scalatori” saranno soddisfatti di inerpicarsi su per sentieri ripidi e scoscesi per godere di panorami mozza fiato.

Abbiamo voluto attraversare territori meno frequentati e per questo meno compromessi dalla cementificazione, con panorami stupendi. I Borghi sono bellissimi, piccoli, pieni di storia, con abitanti speciali e tenaci che resistono allo spopolamento dovuto anche all’indifferenza delle amministrazioni centrali tutte concentrate nella gestione del territorio con poche risorse. Potete già programmare il vostro viaggio e con un po’ di pazienza, avrete altre informazioni contattandoci

Lungo il percorso principale si incontrano personaggi di grande coraggio, in paesi spopolati che tutti noi abbiamo in dovere di valorizzare con il nostro passaggio: solo alcuni esempi : Debora nell’unico  bar ” Il Pretino”  di Lippiano, ci prepara la Ciaccia sul Panaro, una delizia, a Monte Santa Maria, Emilio  con la sua famiglia ci accoglie nel ristorante OSCARI, unico nel paese con bar ed alimentari, Carmela con Guido, sempre assente per il suo lavoro, ci accoglie nel suo spettacolare agriturismo ai Muri , Francesca e Rinaldo a Calzolaro  hanno aperto il passaggio a attraverso il loro agriturismo per raggiungere Sant’Anna in sicurezza e senza asfalto, Gianni e sua moglie ci accoglie fra  i suoi alpaca a Mulino Vitelli ed udite udite ho lavorato per la sua società in Nigeria e lo abbiamo scoperto al nostro primo incontro ed infine  Cesare con la sua famiglia con quale calore ci riceve a VillaPitignana ! e così via.

Ne scopriremo altri personaggi, anche se il viandante, si sa, non si allontano più di un metro dal suo cammino.

Questi sono gli eroi dei nostri tempi che riescono a mantenere in vita con la loro attività questi paesi che meriterebbero molta più attenzione da parte di tutti noi.

Il percorso è di una bellezza incredibile, con un’alta percentuale di sentieri e strade tratturabili e soprattutto ben segnalato da rendere inutili guide, tracciati GPS e cartografie se non fossero necessari per le informazioni sulle  zone attraversate.

La frase che mi ha detto Paolo rientrato della Via Romea del Chianti ci ha riempito di gioia dopo aver percorso anche la Via Ghibellina ” Su questi cammini si riconosce il vostro stile”. Non esiste complimento più bello per ricompensare il nostro impegno

20150404_103846  20150404_113703

FOTOGRAFIE

Intanto, ecco cosa ha visto ISABELLE, la famosa pellegrina francese con passi da “gigante”.

Dal Santuario de La Verna ad Anghiari

Da Anghiari a Monte Santa Maria (I Muri)

Da  I Muri ad Umbertide

Foto  di Franco della VIA TIBERINA

DOCUMENTAZIONE PER CAMMINARE

CARTOGRAFIA

TRACCIATI

Percorso principale,varianti alternative,collegamenti

Tracciati GPX-KML

LOGISTICA

LOGISTICA-TIBERINA