VIA ROMEA DEL CHIANTI

 

Il collegamento Firenze Siena è stato sempre un nostro desiderio poiché permette di dare continuità al cammino di coloro che provengono dal nord con la Via degli Dei o meglio con  la Via Bolognese che collega Bologna a Firenze diventando  Firenze il CROCEVIA DELLE VIE STORICHE DELLA TOSCANA (come già anticipato dagli studi del Prof. Renato Stoppanti e dalle realizzazioni dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze). Infatti da Firenze si può raggiungere la Via Francigena con la Via dell’Arno e la stessa Via Romea del Chianti, la Via Romea Germanica ed Assisi con le vie Ghibellina e Via Tiberina per proseguire fino a Roma. Stiamo inoltre collaborando alla realizzazione del Cammino di San Jacopo da Firenze a Pistoia per proseguire per Lucca ed immettersi sulla Via Francigena per coloro che vanno a Santiago.

Abbiamo chiamato questo percorso  la Via Romea del Chianti ,(la via Sanese del  Prof. Stopani) ,  perchè  con la Via Francigena conduce  a Roma e del Chianti perché attraversa una delle più belle e rinomate zone della Toscana.
Si parte quindi dl Ponte Vecchio, si esce dalla città a Porta Romana  lungo una via disseminata da antichi spedali per i pellegrini e per strade “murate”, caratteristiche dei dintorni di Firenze, si giunge alla Certosa di Firenze non molto facilmente raggiungibile per chi cammina a piedi, augurandoci che presto vengano ripristinate gli antichi accessi ed anche un’accoglienza pellegrina. Attraverso vie asfaltate con scarso traffico e sentieri boscati di arriva a Chiesa Nuova famosa per le sue schiacciate.

Ancora per strade e sentieri in sicurezza si arriva a Sant’Andrea in Percussina dove si può visitare la Casa di Macchiavelli esiliato nel 1513 in questa località dopo il rientro dei Medici in Firenze. Si giunge così a San Casciano Val di Pesa che potrebbe essere la nostra prima tappa.

Abbiamo ora la scelta di due percorsi: scendere al Torrente Pesa dove una pista lungo il suo corso ci porterà fino ai piedi di San Donato passando dal Ponte Romano della Sambuca oppure per poggi e valli passare dalla Badia Vallombrosana di Passignano e fra boschi e vigne arrivare sempre a San Donato con paesaggi mozzafiato anche se il percorso si allunga di circa 2.5 km.

Da San Donato, abbiamo faticato non poco per trovare sentieri per evitare le strade asfaltate per quanto possibile e giungere a Castellina in Chianti: la natura stupenda ricompensa le nostre fatiche. Da Castellina fino a Siena è il Chianti vero con splendide fattorie e lussuosi Agriturismo non adatti alle prerogative del viandante/pellegrino lontano dalla civiltà dei consumi.

La ricompensa sono i paesaggi ma anche per l’accoglienza calorosa  che si riceve all’Osteria della Magione, antica sede dei Templari in difesa dei pellegrini. Si giunge così a Siena la Figlia della strada per continuare sulla Via Francigena il nostro sogno di libertà. Lungo l’intero percorso si hanno testimonianze del passaggio di pellegrini attraverso l’esistenza di antichi spedali che nei tempi passati li hanno accolti come alla Certosa di Firenze ,alla Chiesa di San Giorgio dopo San Donato, alla Magione ed a Uopini

Nella mappa sono rappresentati il percorso principale, i collegamenti (CL)e le varianti (VA) della Via Romea del Chianti

Il tracciato GPX e KML : Via_Romea_del_Chianti gpx_kml

La cartografia dell’intero tracciato: VIA ROMEA DEL CHIANTI