VIA SAN PELLEGRINO

La Via di San Pellegrino , continuazione della Via Romea Nonantolana, ( rilevata e descritta dal  Giuseppe Ori della Confraternita di San Bartolomeo Apostolo di Spilamberto http://www.sanbartolomeospilamberto.org/itinerari  ) , costituiva un’importante Via alternativa alla Francigena del Passo della Cisa, specialmente per quei pellegrini provenienti dal nord e dall’est Europa e quindi da Nonantola e da Modena, che potevano così più facilmente raggiungere Lucca assistiti da una rete di ospitali  presenti nella valle del fiume Serchio. Questo percorso, in Toscana,  parte dall ‘ Alpe San Pellegrino, sul confine regionale con la Regione Emilia- Romagna,  per raggiungere nella località San Pellegrino l’ antico ospitale di cui diverse testimonianze attestano l’importanza.

“La fama dell’ospitale di San Pellegrino in Alpe ci consente di affermare che già nell’XI secolo un flusso di pellegrini di non trascurabile entità dovette interessare percorsi che giungevano in Garfagnana transitando per il Passo delle Radici” (Renato Stopani).

A San Pellegrino in Alpe era viva la tradizione del cumulo di pietre, che derivava dalla secolare consuetudine dei viandanti di caricarsi di sassi per penitenza o per voto per poi depositarli presso questo ospitale appenninico. In questo caso fa riferimento a quanto accadito a San pellegrini come descritto nell’immagine:

 

Il giro del Diavolo

Questa tradizione ricorda l’ usanza che conosciamo di portare un sasso alla Croce di Ferro sul Cammino Francese per Santiago.

L’itinerario della Via di San Pellegrino interseca la Via del Volto Santo a Castelnuovo di Garfagnana dando così la possibilità ai pellegrini di raggiungere Lucca e quindi  la Via Francigena per proseguire per   Roma.

Offre anche la possibilità di proseguire verso le Alpi Apuane collegando la Garfagnana con la Via Francigena in Versilia, a Pietrasanta, toccando luoghi di grande interesse storico e paesaggistico come l’Eremo di Calomini. Se pure “minore” questa è sicuramente una via storica importante che collegava i porti della Versilia a Modena.

Ed ora un po’ di documentazione.

Abbiamo rilevato la VIA DI SAN PELLEGRINO  nel 2010 insieme alla Via del Volto Santo partendo dalla località San Pellegrino al confine con la Regione Emilia Romagna. Il tratto da CASTELNUOVO GARFAGNANA a  GALLICANO ripercorre la Via  Volto Santo.

Ecco un po’ di documentazione della Via rilevata nel 2010.

GUIDA PROMOZIONALE DELLA PROVINCIA DI LUCCA
CARTO-GUIDA 1/30.000 cartella ZIP

PROFILO 

TRACCE GPX /KLM Cartella ZIP

Qualche foto di Franco

Chi ha due o tre gg  a disposizione può  raggiungere  Gallicano  in treno o autobus e camminare fino a Pietrasanta per raggiungere la Via Francigena  attraversando le Alpi Apuane in 34 km, visitando luoghi splendidi.