LAVORI SULLA VIA TIBERINA

20150520_172554

Ho trovato dei compagni formidabili: Carlo e Pino. Ci siamo diviso i compiti ed abbiamo fatto un grande lavoro. La mia fissazione è la segnaletica, i sentieri puliti e il percorso più diretto ed in mezzo alla natura.

Ed è con questi obbiettivi che siamo partiti. Che gioia avere delle collaborazioni appassionate! Ognuno il suo compito. Carlo potava, Pino segnava e tagliava ed io rilevavo e attaccavo gli adesivi. Abbiamo camminato lavorando duro. Il mio zaino pesava 13 kg. Solo la spara-punti pesa 1.3 kg ( naturalmente professionale!) senza contare il peso dei pacchi degli adesivi e delle bombolette che ci siamo divise fra di noi.

La sorpresa più grande l’abbiamo avuta quando, accanto ai nostri adesivi ed alle nostre frecce arancioni, abbiamo trovato l’adesivo del “CAMMINO CAMALDOLESE” da Camaldoli a Fonte Avellana nelle Marche.

20150518_085211

 

Abbiamo fatto subito una ricerca e ci siamo incontrati con gli autori di questo cammino che affronta un tema molto interessante: l’influenza del monachesimo nelle zone rurali. I nostri sono o non sono itinerari culturali!

Il loro cammino utilizza in parte il nostro percorso ed è una gioia poter collaborare alla pari senza rivendicare la “proprietà” della via ne dell’idea.

Presto saremo ancora su questa Via per segnalare delle varianti, attivare l’accoglienza “povera”, avere altri contatti, migliorare il percorso: entro luglio ancora novità sul percorso.

Si sono liberati dai rovi, non solo quelli che coprivano  i nostri segnali:

20150518_110326

i sentieri, dalla vegetazione invadente

20150518_153536

” rinfrescato” le vecchie frecce o apponendone delle nuove.

20150519_094647

Ed infine ho richiesto un po’ di considerazione per un vecchio pellegrino!

20150524_085641

CHE MI SIA MONTATO LA TESTA!