LAVORI A CAPRESE MICHELLANGELO

IL RECUPERO DELLA VECCHIA STRADA

4-la-squadra

Giornata stupenda con Paolo, , SULLA VIA TIBERINA ALL’ABAZIA DI TIFI da Bruno e Marisa con il loro ospiti Luigi e Maria. Abbiamo formato una squadra per il disboscamento dell’antica Via che da Tifi andava a Caprese.

3-mappe1

I viandanti  della Via Tiberina la percorrevano con fatica per la presenza di rovi e arbusti che lasciavano uno stretto sentiero difficile anche da individuare  alla sua entrata sempre per la vegetazione.

cosi-era

In una sola mattinata abbiamo fatto piazza pulita raggiungendo il vecchi muro a retta. E’ proprio così, quando ripuliamo  una vecchia strada diventata sentiero per abbandono, desideriamo raggiungere il vecchio muro che la delimita perché testimone della sua storia. E così taglia, sega, zappa fino a che la strada è rinata.

cosi-e-ora

E badate bene, questa era l’unica strada che conduceva a Caprese Michelangelo come si vede bene dal Catasto Leopoldino della fine del 1700. Ora si deve proseguire fino a raggiungere il Castello di Caprese.

Ma non è finita: Agostino ci ha promesso un intervento più radicale, facendo intervenire un piccolo trattore per spianare il terreno  ed estirpare le radici e le pietre (che rendono il passo incerto), fino a raggiungere la strada per Lama. Altra promessa del  Sindaco Paolo Fontana:ripristinare il percorso che sale al Castello sia per salire sulla scarpata dalla strada per Lama che per raggiungere il paese, essendo l’accesso impedito da un  muro di contenimento del  giardino di una casa del Borgo.

Questa è la vecchia strada che  percorrevano negli anni ’40 e ’50 i bambini che andavano a scuola a Caprese: ho avuto la fortuna di parlare con due testimoni che, con emozione mia e loro, ricordavano quel periodo lontano, senza pensare che questa  era percorsa da Ludovico Buonarroti,padre di Michelangelo,  per raggiungere Chiusi de La Verna.

E poi l’incontro con Marinella, Carla e Francesco della Pro loco con la promessa di una collaborazione per l’accoglienza dei pellegrini.

Tutto questo  per  far rivivere il territorio con la sua storia attuale e passata.

ED ALLORA TUTTI INSIEME , AMMINISTRAZIONE,PRO LOCO, RESIDENTI E NOI VIANDANTI IMPEGNIAMOCI PER FAR  CONOSCERE I NOSTRI TERRITORI AL MONDO INTERO!

Franco